Scheda informativa della Repubblica Dominicana

Capitale: SANTO DOMINGO
Popolazione: 10.090.000 (stima da censimento 2010)
Superficie: 48.511 km2
Fuso orario: – 5h, – 6h quando in Italia vige l’ora legale.
Lingua: spagnolo. L’inglese è diffuso, ed altre lingue europee sono parlate nelle aree turistiche.
Religione: 95% della popolazione è di religione cattolica.
Moneta: Peso dominicano (DOP). 1 euro = 45 pesos dominicani circa
Prefisso per l’Italia: 01139
Prefisso dall’Italia: 001809, 001829, 001849
Telefonia: funzionano solamente i cellulari trial-band
Clima
Caldo umido tropicale. Si alternano sostanzialmente due stagioni: una relativamente secca che va da novembre ad aprile (umidità circa 80%) e una delle piogge che va da maggio ad ottobre (umidità circa 80%). Temperatura media estiva: 30°; media invernale: 25°. L’escursione termica notturna è minima. La stagione degli uragani si concentra principalmente da giugno a novembre. Durante questo periodo il Paese adotta misure precauzionali soprattutto nelle zone circostanti ai fiumi.
INFORMAZIONI GENERALI
Documentazione necessaria all’ingresso nel Paese
PASSAPORTO: la validità del passaporto deve essere di minimo sei mesi dalla data di ingresso nel Paese. È stato recentemente pubblicato un nuovo regolamento di migrazione, pertanto si consiglia di informarsi preventivamente presso l’Ambasciata o il Consolato della Repubblica Dominicana in Italia (www.serex.gov.do) o presso il proprio Agente di viaggio.

VISTO D’INGRESSO: non necessario per soggiorni inferiori a 60 giorni. Si consiglia, in ogni caso, di informarsi preventivamente presso l’Ambasciata o il Consolato della Repubblica Dominicana in Italia Prima di entrare nella Repubblica Dominicana da uno dei suoi porti o aeroporti, o dalla zona di frontiera, è necessario compilare il modulo di regolamentazione internazionale, che deve essere presentato alle competenti Autorità dell’Ufficio Immigrazione all’arrivo e alla partenza dal Paese. Si consiglia di informarsi preventivamente presso l’Ambasciata o il Consolato della Repubblica Dominicana in Italia o presso il proprio Agente di viaggio per eventuali variazioni della normativa vigente.

VACCINAZIONI OBBLIGATORIE: nessuna.

FORMALITA’ VALUTARIE E DOGANALI: limite di 10.000 Dollari. Ogni persona è autorizzata a trasportare due litri di liquore, 200 sigarette e regali per un valore massimo di 1000 dollari. Le carte di credito accettate sono: American Express – Mastercard – Visa.

TASSA D’INGRESSO: USD$ 10 in valuta americana per l’acquisto di una tessera turistica. Verificare prima della partenza con l’Ambasciata o con il Consolato della Repubblica Dominicana in Italia (www.serex.gov.do) o nella pagina web www.migracion.gov.do.

TASSA D’USCITA: USD$ 20 in valuta americana. Tale tassa è talvolta già conteggiata dalle compagnie aeree nel prezzo del biglietto.

SICUREZZA
ZONE A RISCHIO: nella Capitale e nelle altre principali città del Paese occorre adottare alcune comuni misure precauzionali, come evitare di circolare, soprattutto a piedi ed in ore notturne, in luoghi isolati. A causa degli episodi di violenza che hanno recentemente anche interessato vari cittadini italiani presenti nell’area di Boca Chica, si raccomanda di evitare la zona, o comunque di adottarvi comportamenti ispirati alla massima cautela, anche nella scelta dei locali (bar, ristoranti, intrattenimenti musicali o danzanti); stessa raccomandazione vale anche, in certa misura, per l’area di Juan Dolio. Si segnala la recente recrudescenza di episodi di criminalità vincolati al narcotraffico e scontri tra bande di delinquenti.

ZONE DI CAUTELA: luoghi turistici, ove si consiglia di affidarsi solo a guide ufficiali. Si segnala una forte recrudescenza degli scippi a danno dei turisti nella zona coloniale di Santo Domingo e nelle zone di Samanà/Las Terrenas.

ZONE SICURE: l’interno dei complessi turistici, che offrono, con la formula del “tutto compreso”, ogni genere di attività ricreativa, escursioni ed attività sportive.

AVVERTENZE
Si consiglia di:
• circolare con la fotocopia del passaporto e con il denaro strettamente necessario, lasciando nella cassaforte dell’albergo il documento originale e il biglietto aereo;
• utilizzare esclusivamente taxi consigliati dal personale dell’albergo e facenti parte di cooperative ufficiali poiché i trasporti collettivi pubblici urbani sono molto carenti, con servizio limitato ad alcune zone delle principali città;
• usare prudenza alla guida a causa del traffico caotico esistente, del fondo stradale spesso sconnesso e della cattiva o insufficiente segnaletica stradale;
• affittare automobili con autista;
• includere la copertura assicurativa al momento dell’affitto di automobili, moto d’acqua o altri veicoli a motore
• Il turista viene spesso individuato come tale e pertanto si trova a rischio di aggressioni, furti, scippi e truffe.

Normativa per uso/spaccio di droghe: il traffico, possesso e consumo di droghe, leggere o pesanti, sono perseguiti per legge e severamente puniti. Per semplice possesso di droga è prevista una multa o/e detenzione da sei mesi a due anni; per distribuzione e spaccio è prevista una multa e detenzione da tre a dieci anni; per traffico di droga è prevista una multa e detenzione da cinque a venti anni e condanna ai servizi sociali. Non è consentita la libertà provvisoria su cauzione.

Normativa per abusi sessuali e violenze contro i minori: le violazioni commesse a danno di minori, soprattutto violazioni di tipo sessuale, sono severamente punite con la reclusione dai tre ai cinque anni. Va ricordato che coloro che commettono all’estero reati contro i minori (abusi sessuali, sfruttamento, prostituzione) vengono perseguiti al loro rientro in Italia sulla base delle leggi in vigore nel nostro Paese.

Rapporti con gli organi di Polizia: la frequenza di arresto e di condanna di turisti stranieri è piuttosto alta. La Polizia procede a fermi di almeno 48 ore lavorative, semplicemente su presentazione di querela di parte. I rapporti delle Ambasciate con gli organi di Polizia e le Autorità di frontiera sono buoni, soprattutto dal punto di vista informativo. Esiste, infatti, un dipartimento speciale di Polizia incaricato dal Ministero del Turismo di informare tempestivamente le relative Ambasciate di fatti criminosi o di infortuni occorsi a stranieri.

In caso di problemi con le Autorità locali di Polizia (stato di fermo o arresto) si consiglia di informare l’Ambasciata per la necessaria assistenza.

SANITÀ
Le strutture sanitarie pubbliche, anche se gratuite, sono da evitare per le notevoli carenze igieniche e sanitarie. Le cliniche private offrono un grado di affidabilità che varia a seconda del livello delle cliniche stesse. I costi sono altissimi, paragonabili a quelli delle cliniche statunitensi. Sono reperibili le medicine più comuni. Il dengue è presente in forma endemica nella Repubblica Dominicana. Secondo dati ufficiali le città maggiormente interessate sono Santo Domingo e Santiago, nonché alcune regioni quali San Francisco de Macoris, Higuey e Barahona. Il fenomeno è purtroppo in costante aumento. E’ presente in forma endemica anche il colera.

AVVERTENZE
Si consiglia di:
• adottare le normali precauzioni igieniche d’uso in questi climi, dove l’acqua non è potabile e le verdure crude non sempre vengono disinfettate prima di essere servite;
• prestare particolare attenzione allo stato di conservazione dei cibi;
• dotarsi alla partenza delle medicine necessarie per specifiche patologie e di prodotti repellenti contro zanzare e altri insetti;
• adottare, durante la permanenza nel Paese, misure preventive contro le punture di zanzara

Si consiglia, inoltre, di stipulare, prima di intraprendere il viaggio, un’adeguata assicurazione sanitaria che preveda, oltre alla copertura delle spese mediche, anche l’eventuale rimpatrio aereo sanitario o il trasferimento in altro Paese.

Trasporti: non esiste alcun volo di linea diretto tra l’Italia e la Repubblica Dominicana. Il volo dura complessivamente oltre 15 ore, con scalo a Parigi o Madrid. Esistono voli charter diretti con partenza da Milano Malpensa, Roma e Bologna.

VIABILITÀ
Patente: Italiana
Equipaggiamento obbligatorio:Casco per motociclisti- cinture allacciate per chi siede sui sedili anteriori- ruota di scorta e cric. I bambini di meno di 8 anni non possono sedersi sui sedili anteriori
Tasso alcolemico: max. 0,05%
Trasporti: non esiste alcun volo di linea diretto tra l’Italia e la Repubblica Dominicana. Il volo dura complessivamente oltre 15 ore, con scalo a Parigi o Madrid. Esistono voli charter diretti con partenza da Milano Malpensa, Roma e Bologna.

Fonte:www.viaggiaresicuri.it