Scheda informativa dell’Islanda

Capitale: REYKJAVIK
Popolazione: 321.875 ( gennaio 2013)
Superficie: 103.000 km2
Fuso orario: -1h rispetto all’Italia, -2h quando in Italia vige l’ora legale.
Lingue: islandese. Molto diffuso l’inglese.
Religioni: evangelica luterana (religione di stato) oltre 80%. Esistono altre comunità religiose, tra cui quella cattolica, circa 2%.
Moneta: Corona islandese (ISK)
Prefisso per l’Italia: 0039
Prefisso dall’Italia: 00354
Telefonia: per la telefonia cellulare è in vigore il sistema GSM che, tramite quattro operatori, copre la maggior parte del paese e tutte le aree con almeno 200 abitanti. Si consiglia di verificare, prima della partenza, il grado di copertura dell’operatore telefonico italiano nelle zone dell’Islanda che si desidera visitare
Clima
Freddo ma temperato grazie all’influenza della corrente del Golfo nelle regioni meridionali e occidentali. Clima molto variabile con frequenti precipitazioni, anche nella stagione estiva. Più mite lungo la costa, freddo nell’interno. Si raccomanda di equipaggiarsi per ogni situazione climatica. Medie a Reykjavik (min-max): inverno: -2/+2 estate: +8/+14 gradi.

INFORMAZIONI GENERALI
Documentazione necessaria all’ingresso nel Paese
Passaporto/carta d’identità valida per l’espatrio: pur non aderendo all’UE, dal 2001 l’Islanda fa parte dell’area Schengen. I documenti di viaggio e di riconoscimento accettati sono il passaporto o la carta d’identità valida per l’espatrio, che devono essere validi per tutto il periodo di permanenza in Islanda. Visto d’ingresso: non richiesto.
Vaccinazioni obbligatorie: nessuna.
Formalità valutarie e doganali: nessuna in particolare.
Per quanto riguarda denaro contante, per somme superiori ai 10.000 euro o equivalenti in altre valute, è necessaria la dichiarazione doganale al momento dell’arrivo o della partenza in Islanda. Sono largamente accettate tutte le maggiori carte di credito, soprattutto Visa e Mastercard, con le quali è possibile effettuare prelievi di contante presso gli sportelli automatici.

Esportazione
È vietata l’esportazione di oggetti di particolare valore storico ed archeologico, senza speciale autorizzazione delle competenti autorità islandesi.

Importazione
Molto limitata l’importazione degli alcolici:

1 litro di superalcolici e 1 litro di vino oppure 1 litro di superalcolici e 6 litri di birra oppure 1,5 litro di vino e 6 litri di birra oppure 3 litri di vino (tre bottiglie da 0,75 l.). Per superalcolico si intende una bevanda di contenuto alcolico superiore al 21%. L’età minima per l’importazione di alcolici in Islanda è 20 anni e 18 anni per l’importazine di tabacco. È consentita l’importazione di 200 sigarette oppure 250 grammi di tabacco.
È consentita l’importazione di massimo 3 kg di generi alimentari per un valore massimo non superiore alle 25.000 corone Islandesi (circa 150 Euro) ad eccezione di carne cruda, salata o essicata, uova crude e prodotti caseari non pastorizzati.
È vietata l’importazione di alcuni specifici beni o merci senza speciali permessi o a particolari condizioni (telefoni ed attrezzature di telecomunicazione –ad eccezione di un telefono cellulare per uso personale-, armi e munizioni, medicine, piante e fiori, attrezzature equestri e per pesca). I viaggiatori provenienti dai Paesi UE e SEE possono importare, per uso personale, senza permesso fitosanitario, fiori recisi (massimo 25), bulbi e tuberi (massimo 2 kg. in confezione chiusa) e piante in vaso (massimo 3 pezzi). Medicine possono essere importate solo per uso personale e per un massimo di 100 giorni di cura.

VIAGGIATORI CON ANIMALI (CANI E GATTI)
L’importazione di animali domestici è consentita solo previa autorizzazione delle competenti Autorità islandesi. L’importazione ed esportazione di specie di fauna e flora minacciate di estinzione sono regolamentate ai sensi di quanto stabilito nella Convenzione di Washington sul commercio internazionale di tali specie (CITES).

SICUREZZA
Nessun rischio particolare da segnalare.
Avvertenze e suggerimenti
In ragione della particolare natura geologica del Paese – isola di origine vulcanica, soggetta ad eruzioni (tra cui la maggiore, più recente, quella del vulcano Eyjafjallajökull nell’aprile 2010), scosse telluriche e, in caso di forti piogge, allagamenti e smottamenti di terreno- si raccomanda, prima di ogni viaggio, di:

• adottare la massima prudenza sulle strade (le strade di montagna e anche tratti della superstrada non sono asfaltate). Usare massima prudenza, anche in relazione alla situazione climatica, sulle piste in montagna, soprattutto nell’attraversamento di guadi e torrenti, spesso pericolosi. Molte strade di montagna sono chiuse fino all’inizio di luglio e, anche successivamente a tale data, molte di esse sono percorribili solo con veicoli fuoristrada. Prima di iniziare un viaggio in automobile in zone di montagna o all’interno del paese informarsi in anticipo sulle condizioni meteorologiche ed equipaggiarsi in modo adeguato.
• adottare la massima prudenza sui ghiacciai, nelle zone in prossimità di rapide, geyser e cascate
• rispettare tutti i divieti posti nelle zone di cautela (fiordi, ghiacciai, zone montagnose, ecc.).
• evitare di viaggiare da soli in zone di montagna e nell’interno del paese
• informare, a scopo cautelativo, l’albergatore o una persona amica sulla propria meta e sull’ora prevista per il ritorno.

Normativa prevista per i reati di droga: sono previste pene molto severe e multe molto elevate, sia per l’uso personale che per il possesso. Al termine della pena detentiva lo straniero viene immediatamente espulso dal Paese.

Normativa locale prevista per abusi sessuali o violenze contro i minori: abusi e violenze sessuali contro i minori vengono puniti nel Paese con la reclusione fino a 16 anni (ai sensi del codice penale islandese, sono considerati minori le persone di età inferiore ai 14 anni, per la prostituzione le persone di età inferiore ai 18 anni). A partire dall’aprile 2009, in Islanda, commette reato chiunque riceva prestazioni sessuali dietro pagamento.

Va ricordato che coloro che commettono all’estero reati contro i minori (abusi sessuali, sfruttamento, prostituzione) vengono perseguiti al loro rientro in Italia sulla base delle leggi in vigore nel nostro Paese.
In caso di problemi con le autorità locali di Polizia (stato di fermo o arresto) si consiglia di informare l’Ambasciata o il Consolato italiano presente nel Paese per la necessaria assistenza.

SANITÀ
Il livello delle strutture sanitarie locali è generalmente molto buono. Facilmente reperibili i normali prodotti sanitari da banco. Non sono richieste vaccinazioni o precauzioni particolari. I cittadini italiani che si recano temporaneamente (per studio, turismo, affari o lavoro) in Islanda, possono ricevere assistenza sanitaria dal sistema sanitario nazionale se dispongono della Tessera Europea di Assicurazione Malattia (TEAM) chiamata Tessera Sanitaria. La TEAM sostituisce i precedenti modelli E110, E111, E119 ed E128 ed è in distribuzione da parte del Ministero delle Economia e delle Finanze. Va ricordato che la Tessera sanitaria TEAM copre il trattamento ed il ricovero di pronto soccorso e NON le normali visite o cure mediche.

Si consiglia, prima di intraprendere il viaggio, di stipulare una assicurazione che preveda, oltre alla copertura delle spese mediche, anche l’eventuale rimpatrio aereo sanitario o il trasferimento in altro Paese.

VIABILITÀ (a cura dell’ACI)
Patente
Italiana.

Assicurazione auto
È valida quella italiana.

Documenti per i veicoli importati temporaneamente
Un visitatore può importare temporaneamente un veicolo immatricolato all’estero senza carnet di passaggio in dogana a condizione d’aver risieduto all’estero nei dodici mesi precedenti. Per l’importazione è sufficiente il certificato nazionale d’immatricolazione e l’assicurazione valida per l’Islanda. Al suo arrivo, l’importatore deve riempire un formulario chiamato “declaration for temporary duty free importation of a motor vehicle/vessel”. Le autorità doganali rilasciano un permesso temporaneo all’importatore affinché egli possa circolare in franchigia dei diritti e delle tasse per un mese. Alla fine di questo periodo, l’importatore deve scegliere se pagare i diritti e le tasse o se esportare il veicolo.
Si ricorda a chi guida all’estero una vettura non propria che è consigliabile avere una delega a condurre del proprietario con firma autenticata.

Norme di guida
Fari anabbaglianti accesi anche di giorno.
Guida a destra, sorpasso a sinistra.
Equipaggiamento obbligatorio
Per il conducente e il passeggero di una motocicletta è obbligatorio indossare il casco di protezione.

Cinture di sicurezza, seggiolino per bambini
È obbligatorio indossare le cinture di sicurezza sia sui sedili anteriori e sia su quelli posteriori delle autovetture. I bambini devono indossare la cintura di sicurezza o essere assicurati ad un seggiolino apposito.

Triangolo
Tutti i veicoli devono essere provvisti di triangolo e di luci di emergenza.

Fari
I fari antinebbia (bianchi o gialli anteriori) possono essere usati in caso di nebbia, neve o pioggia, ma solo contemporaneamente alle luci di posizione. È obbligatorio tenere gli anabbaglianti accesi sia di giorno che di notte. È vietato circolare con le sole luci di posizione.

Altro
I veicoli per il trasporto collettivo devono essere provvisti di una cassetta di pronto soccorso e di un estintore che sono comunque raccomandati per gli altri veicoli.
Tasso alcolemico nel sangue
Il limite di alcolemia consentito è dello 0,5 per mille.
Test di rilevamento

Le norme che riguardano la guida sotto l’influenza dell’alcol sono molto severe. La polizia ha facoltà di sottoporre qualsiasi conducente alla prova dell’alito. Le analisi del sangue si effettuano nei centri sanitari. Un conducente il cui tasso d’alcolemia superi lo 0,5 per mille è passibile di una forte ammenda, con ritiro della patente di guida.

VEICOLI/GUIDA
Documenti: patente e libretto di circolazione (la carta verde non è richiesta).
Rispettare scrupolosamente i livelli d’alcolemia alla guida. Il tasso consentito è 0,5 per mille ed equivale ad un solo bicchiere di vino.
Rispettare scrupolosamente i limiti di velocità (50 km/h in centri urbani, 80 km/h sulle strade imbrecciate e 90 km/h su quelle asfaltate).
• Obbligatorio viaggiare con le luci anabbaglianti, anche durante le ore diurne.
• Obbligatorio allacciare le cinture di sicurezza sui sedili anteriori e, se installate, anche su quelli posteriori.
• Obbligatorio il casco per i motocicli.
• Osservare scrupolosamente l’uso di seggiolini omologati per i bambini.
• Assicurarsi che il veicolo sia munito di pneumatici adeguati a seconda della stagione (normali, da neve senza chiodi, da neve con i chiodi. L’impiego di pneumatici con chiodi è consentito dal 30 novembre al 15 aprile).
• È vietato l’uso manuale del cellulare durante la guida.

Tenere presente che l’assicurazione di responsabilità civile copre esclusivamente i danni causati a terzi e non quelli subiti dalla propria auto. In Islanda in particolare, tale assicurazione non copre i danni causati dall’acqua dei guadi e in genere al telaio in situazioni fuoristrada. Valutare l’opportunità di stipulare, per tutti i veicoli, compresi camper e roulotte, una polizza facoltativa supplementare, tipo kasko, per incidenti non provocati da altri, furto, atti vandalici, ecc..
Collegamenti interni: Considerate la bassissima densità di popolazione, le grandi distanze e il clima, in particolare nei mesi invernali, del paese, il mezzo di trasporto più utilizzato per gli spostamenti interni è l’aereo. Alcuni collegamenti sono anche assicurati da traghetti, e, per distanze minori, da pullman. In Islanda non esiste una rete ferroviaria.
Collegamenti con l’Europa: Le compagnie aeree islandese Icelandair e Wow air assicurano i collegamenti con alcune delle maggiori città europee, tra cui Amsterdam, Copenhagen, Francoforte, Londra e Parigi. Nessun collegamento diretto permanente con l’Italia. L’Icelandair attiva usualmente – nel periodo estivo – un collegamento diretto con Milano Malpensa. La compagnia low-cost “Wowair” attiverà anche per il 2013, nel periodo 1 giugno-31 agosto, un collegamento diretto settimanale con Milano Malpensa.

Fonte:www.viaggiaresicuri.it