Scheda informativa di Haiti

Capitale: Port-au-Prince
Popolazione: 9.719.932 (stima luglio 2011-CIA World Factbook)
Superficie: 27.750 Km2
Fuso orario: – 6 ore – 7 ore, a seconda del periodo dell’anno in relazione all’applicazione dell’ora legale.
Lingue: francese, creolo, inglese
Religioni: cattolica, protestante
Moneta: Gourde
Prefisso per l’Italia: 0039
Prefisso dall’Italia: 00509
Telefonia: attualmente sono operative due reti cellulari: “Digicel (www.digicelhaiti.com) e Natcom (www.natcom.com.ht). Le reti fisse presentano tuttora problemi a seguito del terremoto del 2010.

Clima
Caldo umido tropicale. Temperatura media invernale tra 22° e 26°, media estiva, circa 30°. Escursione termica notturna di circa 10°. La stagione degli uragani è tra Giugno e Novembre. Il 2008 è stato segnato da numerosi uragani e tempeste tropicali.

INFORMAZIONI GENERALI
DOCUMENTAZIONE NECESSARIA PER L’ACCESSO AL PAESE
PASSAPORTO: necessario, con validità residua di almeno 6 mesi. Per le eventuali modifiche relative a tale norma si consiglia di informarsi preventivamente presso l’Ambasciata o il Consolato del Paese presente in Italia o presso il proprio Agente di viaggio.
VISTO D’INGRESSO: obbligatorio, viene rilasciato direttamente al momento dell’ingresso nel Paese, in aeroporto e consente un soggiorno fino a 90 giorni.
FORMALITA’ VALUTARIE: non sussistono limiti all’importazione di valuta straniera.
VACCINAZIONI OBBLIGATORIE: nessuna.
VACCINAZIONI FACOLTATIVE: trattamento antimalarico.
CARTE DI CREDITO ACCETTATE: American Express, Diner’s Club, Mastercard, Visa.

SICUREZZA
La situazione generale permane precaria; si registrano sequestri di persona. Il fenomeno delle bande giovanili armate è sempre presente, come anche l’uso di sostanze stupefacenti da parte dei loro membri.
Vige nel Paese uno stato di degrado con conseguente stato di insicurezza generalizzata su tutto il territorio nazionale. Vi sono, inoltre, problemi di collegamenti stradali, aggravati dal terremoto del 12 gennaio 2010. Se si decide di visitare il Paese in automobile sono assolutamente da evitare gli spostamenti notturni.
ZONE A RISCHIO: i quartieri popolari “bidonville” e le zone periferiche fuori dai principali centri abitati.
ZONE DI CAUTELA: l’ulteriore degrado dell’ordine pubblico consiglia cautela e prudenza anche nella Capitale soprattutto nel centro, nella zona di “PetionVille”, e nell’area attigua alla zona portuale.

AVVERTENZE
Si consiglia di:

• circolare con il denaro strettamente necessario e con la fotocopia del passaporto, lasciando in albergo il documento originale e somme importanti di denaro;
• utilizzare solo taxi forniti dagli alberghi o da ditte autorizzate;
• munirsi di una copertura assicurativa prima della partenza per far fronte ad eventuali inconvenienti.

Normativa prevista per uso e/o spaccio di droga: le pene previste per il commercio ed il consumo di sostanze stupefacenti sono molto severe. Arresti e condanne di turisti stranieri non sono frequenti, anche perché il turismo è ormai minimo. La prostituzione con il conseguente rischio di contrarre malattie veneree e l’AIDS è elevatissima. Va ricordato che coloro che commettono all’estero reati contro i minori (abusi sessuali, sfruttamento, prostituzione) vengono perseguiti al loro rientro in Italia sulla base delle leggi in vigore nel nostro Paese.

Normativa locale prevista per abusi sessuali o violenze contro i minori: va ricordato che coloro che commettono all’estero reati contro i minori (abusi sessuali, sfruttamento, prostituzione) vengono perseguiti al loro rientro in Italia sulla base delle leggi in vigore nel nostro Paese. Le modalità dei controlli di polizia sono affidate al giudizio dell’agente.

In caso di problemi con le Autorità locali di Polizia (stato di fermo o arresto) si consiglia di informare il Consolato italiano presente nel Paese per la necessaria assistenza.

SANITÀ
La maggior parte delle strutture pubbliche sono crollate durante il terremoto. Esistono alcuni centri principalmente operati da Ong internazionali, in ogni caso estremamente carenti anche dal punto di vista igienico. Le poche cliniche private sono molto costose. Le urgenze sono trattate a Miami, dove però si richiede un’assicurazione sanitaria con massimali importanti per essere accettati. Sono presenti malattie endemiche e in particolare la malaria ed ora il colera che ha causato oltre 4000 vittime.
Si consiglia di stipulare, prima di intraprendere il viaggio, un’assicurazione sanitaria che preveda, oltre alla copertura delle spese mediche, anche l’eventuale rimpatrio aereo sanitario o il trasferimento in altro Paese. La suddetta assicurazione può essere stipulata anche al momento dell’acquisto del biglietto aereo. Il reperimento in loco di medicinali è relativamente scarso. Si consiglia pertanto, di portare con sé i farmaci necessari per eventuali specifiche patologie, nonché i prodotti repellenti contro zanzare e altri insetti.

Avvertenze
Si consiglia di:

• bere solo acqua in bottiglia;
• consumare frutti di mare verdure e tutti i prodotti refrigerati con cautela.

Fonte:www.viaggiaresicuri.it