Rimane invariato il sistema per l’ottenimento dei visti in Egitto contrariamente a quanto comunicato nei giorni scorsi dal Governo egiziano. È stata infatti posticipata la data di decorrenza dell’applicazione del nuovo regolamento, fissata inizialmente per il 15 maggio 2015, che prevede per i turisti individuali l’ottenimento del visto d’ingresso in Egitto tramite Ambasciata o Consolato e non più all’arrivo nell’aeroporto di destinazione. Il nuovo regolamento, fanno sapere dal Ministero, sarà applicato non appena sarà disponibile un sistema elettronico che consenta l’ottenimento del visto facilitando quindi le procedure.

Attualmente, dunque, regolamento e modalità d’ingresso per entrare in Egitto restano le stesse.
Se si proviene dall’Italia,  è possibile munirsi di visto ancora direttamente in aeroporto, ma solo se si tratta di visti turistici.
Il Visto Turistico ha una validità di 3 mesi e dà diritto a 30 giorni di permanenza in Egitto.
Per ottenerlo bisogna presentarsi all’ufficio dell’aeroporto muniti di passaporto con validità residua di almeno 6 mesi oppure con carta d’Identità valida per l’espatrio, anche questa vaida per 6 mesi. Occorrono inoltre 2 fototessere e una fotocopia della Carta d’Identità stessa.

Se tutta la modulistica è in regola, vi verrà rilasciato il Visto; inoltre, nel caso  siate muniti di Carta d’Identità e non di Passaporto sarà apposto su un apposito cedolino compilato in aeroporto.
Importante: le autorità di frontiera egiziane – ma ormai un po’tutte – non non accettano documenti di identità come la Carta rinnovata con il timbro sul retro o con certificato di proroga. Se siete in possesso di un documento così, è consigliabile rinnovarlo prima di mettervi in viaggio. Inoltre, per i minori di 14 anni è necessario anche un certificato di nascita del Comune di residenza, con paternità e maternità.
Il costo del visto turistico in aeroporto è di 25$.

Fonte: Travelblog.it